Intelligenza emotiva · Ispirazioni

Intelligenza emotiva. Quanto davvero soft sono le “soft skills”?

 

In accordo al report Future of Jobs del World Economic Forum http://www3.weforum.org/docs/WEF_Future_of_Jobs.pdf , nel contesto della Quarta Rivoluzione Industriale in corso, l’intelligenza emotiva (in breve EI, Emotional Intelligence) sarà una delle 10 competenze professionali più importanti nel 2020.

In effetti non è una novità.

L’intelligenza emotiva ha di gran lunga superato le abilità tecniche e il quoziente intellettivo (IQ) sia in fase di selezione del personale che negli avanzamenti di carriera in tutti i settori (rif. 2011 Career Builder Survey ).

Ma perché questa soft skill sta diventando sempre più una vera e propria hard skill, se non la principale?

 

A seguire le sette parole-chiave che riassumono il perché l’intelligenza emotiva ti renda un professionista così prezioso nel mercato del lavoro oggi.

 

  1. Gestione dello stress.

Sei un professionista che “funziona” in condizioni di elevato stress perché più consapevole di te stesso e delle tue risorse e di conseguenza riesci a gestire bene le tue emozioni anche nelle situazioni più complicate. Queste tue caratteristiche risultano dunque molto preziose negli attuali ambienti lavorativi in continuo cambiamento.

  1. Collaborazione. 

Sei un professionista aperto con i colleghi perché sai che dalla cooperazione possono emergere occasioni di miglioramento dunque lavori bene in team. Queste caratteristiche risultano fondamentali in un ambiente di lavoro sempre più globale e aperto a diverse culture.

  1. Ascolto.

Sei un professionista che sa ascoltare e capire gli altri e questo ti permette di sviluppare delle ottime relazioni lavorative. Hai capacità di auto-controllo e sai mettere da parte le tue emozioni e desideri per tenere in considerazioni quelle degli altri. Naturalmente queste caratteristiche ti fanno emergere all’interno del team di lavoro.

  1. Riscontro.

Sei un professionista che sa che dare e avere un aperto e onesto feedback è fondamentale per migliorare qualsiasi prestazione lavorativa. Vai alla continua ricerca di occasioni di miglioramento per cui accogli positivamente qualsiasi feedback senza prendere questioni sul piano personale.

  1. Empatia.

Sei un professionista capace di sentire le emozioni degli altri e di mettere da parte le tue. Sai usare la tua sensibilità per costruire un ambiente unito basato sulla fiducia reciproca e sulla collaborazione efficace del team. In tal modo i membri del team lavorano bene insieme, restano efficacemente focalizzati sul compito senza cadere in manie complottiste.

  1. Esempio.

Sei un professionista che risulta un esempio da seguire per gli altri perché non ti agiti mai neanche se le cose non vanno secondo i piani prestabiliti, non litighi con i colleghi anzi cerchi sempre di trovare un accordo in maniera costruttiva. Sai che questa è la chiave per influenzare gli altri e conquistarti il loro rispetto indipendentemente dalla posizione che ricopri nella gerarchia aziendale.

  1. Processo decisionale efficace.

Sei un professionista che, in quanto capace di empatia, riesce a comportarsi in modo più proattivo e a prevedere l’impatto delle decisioni sugli altri. Questo ti evita di imbatterti in situazioni complicate che possono portare a conseguenze negative per te e il team.

Fonti:

https://www.fastcompany.com/3059481/7-reasons-why-emotional-intelligence-is-one-of-the-fastest-growing-job-skills

https://www.fastcompany.com/40423640/emotional-intelligence-is-the-real-secret-to-getting-promoted-faster

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...