Consapevolezza · Valori

L’anello del Potere

 

Il punto di partenza fondamentale per smettere di avere paura della malattia o della morte è convincersi del fatto che prima o poi tutti dobbiamo morire.

Abbiamo imparato, assorbito e inconsapevolmente fatto nostro il concetto della morte come qualcosa di brutto, orribile e negativo, da allontanare il più possibile.

Questa è solo una nevrosi collettiva, una stupidaggine a cui credono molti.

Proprio perché è qualcosa che ci è stato tramandato dovremmo prenderne coscienza e comprendere che il fare finta che malattia e morte non esistono è una bugia con cui comunque prima o poi dovremo fare i conti, che ci piaccia o meno. Perché moriremo.

 

<< Il re Salomone era ricco e potente eppure non era mai soddisfatto: “Mi sento spesso in ansia”, raccontava ai suoi consiglieri. “Se le cose vanno bene, ho paura che possano prendere una brutta piega. Se ho un problema, ho paura di non essere in grado di risolverlo. Ho sognato che esisteva un anello che conferiva la conoscenza e la pace interiore a chi lo possedeva. Trovatemelo. Avete tempo fino alla fine dell’anno:sei mesi!”

I consiglieri si misero al lavoro: chiesero ai più grandi gioiellieri di Damasco, di Babilonia e dell’intero Egitto; consultarono i mercanti che avevano viaggiato di più, i diplomatici e persino i negromanti ma nessuno aveva mai sentito parlare di quell’oggetto.

Il tempo passava e Salomone chiedeva di continuo: “Avete scovato l’anello?”

“Non ancora mio signore”, rispondevano loro ogni volta.

I sei mesi arrivarono al termine. Tutti i consiglieri avevano gettato la spugna tranne il più giovane. 

L’ultima notte dell’anno vagava per le strade. Non riusciva a prendere sonno, all’idea che il giorno dopo si sarebbe presentato dal suo re a mani vuote.

Arrivò il mattino e si ritrovò a camminare nel quartiere più povero della città e davanti a una casa vide un vecchio che allestiva una bancarella di bigiotteria. Fece un ultimo tentativo e gli domandò se avesse mai sentito parlare dell’anello che cercava.

Il vecchio ci pensò su a lungo e sorridendo tirò fuori un semplicissimo anello d’oro da una borsa e ci incise una scritta. Il giovane consigliere lo prese, lesse la scritta ed esclamò: “Si! L’anello del Re Salomone è proprio questo!”

Poche ore dopo, nella grande sala del palazzo reale, Salomone chiese ai suoi ministri: “Avete trovato l’anello?”

“Eccolo qua, mio signore!” disse il giovane che ce l’aveva fatta.

Salomone se lo mise al dito e lesse le parole che vi erano incise: “Come tutti, presto morirai”.  >>

 

Ispirato da “Essere Felici Controvento” di Rafael Santandreu

🙂

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...